Gazzetta di Verona.it  
Home

Ambiente

Cronaca Appuntamenti

Cultura

Mercatino
   
Ambiente  - Articoli  2020    
   
Un team di ricercatori del Consiglio nazionale delle ricerche (Ismar, Igg), ha spiegato i fattori che hanno reso particolarmente limpidi i canali della Laguna

Venezia, acque trasparenti durante il lockdown




















Nella foto, mappe di torbidità della Laguna nord derivate dalle immagini satellitari e centrate sul canale che collega Venezia all’aeroporto, precedentemente al lockdown (20 febbraio, A), durante il lockdown in condizioni di relativa calma
di vento (19 marzo, B) e in condizioni di vento sostenuto (15 aprile, C). Sono evidenti in tutte le immagini i pennacchi
di torbidità dovuti alla pesca dei molluschi all’interno delle aree in concessione (aree contornate in rosso).
(Credits: progetto Copernicus)


29.05.20 - Spiegati i fenomeni sulla torbidità delle acque osservati nella laguna di Venezia durante il lockdown. Lo studio, condotto da ricercatori del Consiglio nazionale delle ricerche degli Istituti di Scienze marine (Cnr-Ismar) e di Geoscienze e georisorse (Cnr-Igg), è stato pubblicato su Science of the Total Environment.

Tra questi fattori, i ricercatori hanno evidenziato la riduzione del moto ondoso conseguente alla contrazione del traffico acqueo nei canali di Venezia e della Laguna, l’assenza di precipitazioni sul bacino scolante, la stagionalità del ciclo di crescita del fitoplancton e l’assenza di moto ondoso indotto dal vento. Inoltre, in questo periodo, nel centro storico ha inciso anche la diminuzione della quantità di scarichi urbani dovuta alla mancanza del carico turistico che di solito invade la città in maniera pressoché continua.

"L’analisi delle immagini satellitari Sentinel-2 del programma europeo Copernicus ha evidenziato i cambiamenti avvenuti, tra i quali la riduzione del traffico acqueo e della torbidità intorno alla città e nelle direttrici più critiche all’interno della Laguna, come ad esempio i canali che collegano Venezia con l’aeroporto e le isole minori", spiega Federica Braga del Cnr-Ismar. "Contemporaneamente, si osservano gli impatti dovuti alle attività essenziali che sono proseguite durante il lockdown, quali la pesca dei molluschi sui bassi fondali e il passaggio delle navi commerciali nel canale industriale Malamocco-Marghera". (Red)


Vedi www.cnr.it
 Indice  Articoli

Redazione online gazzettadiverona.it
 
 
   
 Indice  Articoli   -  Home  
   
 

Ti interessa creare
un'associazione culturale
a Isola Rizza (Vr)?
Chiama il 345 9295137

------------------------------------


Ti piace fotografare?
invia le tue immagini
a Gazzettadiverona.it



Info commerciale

elettrotecnica Vaccari
Impiantistica elettrica Impianti d'allarme e TVCC 
Studio e realizzazioni illuminotecniche Soluzioni, prodotti
e consulenze informatiche
Realizzazione reti dati e cablaggi strutturati
 +39/336/810434 - 348/2247152 fax +39/045/7103381  eltvac@email.it