Cronaca  - Articoli  2014    2013  2012    2011
   
 
Turismo, il Veneto si conferma
la prima regione d'Italia



Spiaggia del Veneto, estate 2014


16.10 - Anno nero, il 2014, per l’economia turistica del Veneto. Il maltempo, che ha colpito la montagna nel periodo invernale e tutto il territorio regionale, spiagge comprese, in quello estivo, ha prodotto danni diretti gravissimi e ha influenzato negativamente la stagione turistica dal punto di vista commerciale, tanto che la regione sta operando per la richiesta dello stato di crisi di settore.

I dati numerici sugli arrivi testimoniano che tra gennaio e agosto dell’anno corrente gli arrivi sono complessivamente aumentati del 2,1 per cento rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, per un totale di 12.145.046 turisti giunti in Veneto, dei quali il 65,9 provenienti dall’estero. Anche il dato delle presenze è di segno positivo: + 0,2 per cento. In numeri assoluti questo significa 48.575.178 pernottamenti registrati, dei quali il 66,5 per cento generato da ospiti stranieri.

Nel periodo giugno – agosto (mancano ancora i dati ufficiali di settembre, ma il quadro difficilmente potrà mutare), gli arrivi in Veneto sono cresciuti dell’1,2 per cento rispetto agli stessi mesi del 2013, per un totale di 7.198.608 ospiti che sono giunti nel nostro territorio , dei quali oltre il 70 per cento dall’estero.

I pernottamenti sono stati nel medesimo periodo 35.029.213, con un aumento dell’1 per cento rispetto all’estate dello scorso anno, dei quali oltre il 68 per cento generati da turisti stranieri. Per inciso, nel mese di agosto si sono registrati 2.698.319 arrivi di turisti (pari a +0,9 per cento rispetto allo stesso mese dell’anno precedente) e 14.024.212 presenze (pari a - 0,8 per cento rispetto allo stesso mese dell’anno precedente).

Questi numeri confermano Il Veneto come prima regione turistica d’Italia, in assoluta controtendenza con quanto registrato nel resto del paese. I dati però evidenziano anche alcuni motivi di forte preoccupazione in relazione al tipo di offerta turistica proposta.

A fronte di una tenuta a denti stretti del settore balneare, dove le presenze calano dell’1,1 per cento nei primi otto mesi dell’anno e dove si è registrato oltre il 44 per cento dei pernottamenti complessivi, crescono i segmenti delle città d’arte (+4,1 per cento), il lago di Garda (+0,9 per cento) e soprattutto le terme (+2,8 per cento) si registra un calo pesante del turismo montano, dove calano del 5,4 per cento gli arrivi e addirittura dell’8,4 per cento le presenze. Si tratta di un vero e proprio tracollo al quale enti e strutture locali e operatori devo reagire e in fretta se vogliono tornare in terreno positivo.

Per la prima volta, ma il risultato è purtroppo motivato proprio dal maltempo, è di segno negativo il dato delle presenze nei campeggi e villaggi turistici (-0,1 per cento). Tracollano inoltre i pernottamenti negli alberghi a 1 o 2 stelle (-7,4 per cento) e diminuiscono anche quelli negli alberghi a 3 stelle (-0,6 per cento), mentre aumentano con decisione le presenze negli esercizi di categoria superiore: 4 stelle (+4,8 per cento) e 5 stelle e oltre (+7,3 per cento). Viene infine confermata la continua crescita dei pernottamenti negli Agriturismo: + 9,1 per cento.

Per quanto riguarda infine il mese di settembre, i dati finora pervenuti forniscono una stima (rispetto a settembre 2013) di un lieve calo per gli arrivi (-1,7%) e un lieve aumento delle presenze (+0,8%), in riferimento ai soli
alberghi e campeggi-villaggi turistici. (red)


 
 Ti potrebbe interessare  Indice  Articoli
Redazione online gazzettadiverona.it
 
 
   
 Indice  ArticoliHome  
   
 

Ti interessa creare
un'associazione culturale
a Isola Rizza (Vr)?
Chiama il 345 9295137

------------------------------------


Ti piace fotografare?
invia le tue immagini
a Gazzettadiverona.it



Info commerciale

elettrotecnica Vaccari
Impiantistica elettrica Impianti d'allarme e TVCC 
Studio e realizzazioni illuminotecniche Soluzioni, prodotti
e consulenze informatiche
Realizzazione reti dati e cablaggi strutturati
 +39/336/810434 - 348/2247152 fax +39/045/7103381  eltvac@email.it