Gazzetta di Verona.it  
Home

Ambiente

Cronaca Appuntamenti

Cultura

Mercatino
   
Cronaca  - Articoli  2020   
   
Raccolta firma per sospendere il referendum nei due enti locali

"Borgo Veronese", la fusione fredda che cancella Isola Rizza e San Pietro di Morubio
24.05.20 - Fusione fredda tra i comuni di Isola Rizza e San Pietro di Morubio. Scompariranno dalle mappe geografiche per dar vita ad un nuovo ente locale che si chiamerà Borgo Veronese: la data del referendum non è ancora stata fissata dalla Regione Veneto anche se... Anche se potrebbe saltare tutto, dato che si sta muovendo con determinazione il gruppo civico " Stop alla Fusione" di Isola Rizza che da qualche tempo ha avviato con successo una raccolta firme per sostenere la petizione - da consegnare al presidente della Regione Veneto, Luca Zaia - in cui si chiede "la sospensione del procedimento relativo al PDL 499 inerente al progetto di fusione".

Una raccolta firme che - nonostante le complesse difficoltà dovute all'applicazione delle misure cautelari straordinarie e delle distanze sociali introdotte dal Governo per contrastare il Covid-19 - ha già raggiunto il numero di 600 sottoscrizioni (tra l'altro in continuo aumento) attualmente custodite presso uno studio notarile. Indubbiamente un segnale "rumoroso" di quanto sia importante la posta in gioco per i citadini dei due comuni veronesi.

Ritornando alla petizione, più avanti nel documento si legge che "Lo studio di fattibilità" - redatto da uno studio professionale romagnolo su incarico delle amministrazioni comunali di Isola Rizza e San Pietro di Morubio - "è incompleto nella definizione di scelte politiche e sociali di vitale importanza per il futuro dei cittadini", che "Il DPCM Cura Italia si ispira alla sospensione dei procedimenti amministrativi" e "che le finalità della fusione erano dettate dalla certezza di contributi di notevole entità e in un contesto attuale le priorità economiche della Regione sono altre".

Le fusioni tra comuni sono sempre delicate perché intaccano le abitudini storiche dei cittadini proponendo vantaggi se non a breve, almeno a partire dal medio periodo. E per vantaggi non si intende risparmiare qualche spicciolo sui gettoni di presenza dei consiglieri comunali, ma buone pratiche e visione programmatica per rilanciare l'economia dei due enti locali.

Sulla carta dovrebbero arrivare finanziamenti direttamente dallo Stato. Però saranno temporanei. Durreranno una decina d'anni e poi finiranno (ammesso che abbiano un inizio con questi chiari di Luna destinati a perdurare molto, molto a lungo). Finanziamenti che per ora non sono quantificati. Come non sono ancora quantificati quelli della Regione Veneto previsti anch'essi dall'attuale normativa. Va da sè che questi ultimi - con tutta probabilità - sono destinati a seguire il destino de primi, diciamo per "forza di gravità".

Ma c'è anche un altro aspetto che colpisce di questa "fusione fredda". Ossia, come detto sopra, spariranno i soggetti storici Isola Rizza e San Pietro di Morubio. Saranno cancellati dal nuovo: "Borgo Veronese". Isola Rizza e San Pietro di Morubio non ci saranno più nelle carte geografiche, spariranno anche da Google maps. Di loro non ci sarà più traccia. E se non c'è traccia visiva sparisce anche quella storica. In pratica l'oblio. Sarà un vero affare? E i cittadini di San Pietro di Morubio come si stanno organizzando? Daranno vita anche loro ad un comitato sull'esempio di Isola Rizza? Di certo la questione terrà banco tutta l'estate, il prossimo autunno e oltre.

Concludiamo con un botto di speranza. Lo studio di fattibilità (114 pagine) termina così: "Le risorse economiche a supporto della fusione (sia quelle nazionali che quelle regionali) sono rilevanti e potrebbero permettere di impostare un “Ente Nuovo” in grado di fare un passo avanti e passare dalla gestione dell’emergenza quotidiana alla programmazione del futuro". (upivat)

Alcuni dati
Isola Rizza (3.242 abitanti), San Pietro di Morubio (2.975 abitanti ) per una popolazione complessiva di 6.217 abitanti. I dati si riferiscono al 31/12/2018.

Lo studio di fattibilità doc. pdf 114 pp

Contatti e riferimenti
Portavoce Paolo Filippi email isolarizzastopfusione@gmail.com

Indice  Articoli
Redazione online gazzettadiverona.it
 
 
   
Indice  Articoli  -  Home  
   
 

Ti interessa creare
un'associazione culturale
a Isola Rizza (Vr)?
Chiama il 345 9295137

------------------------------------


Ti piace fotografare?
invia le tue immagini
a Gazzettadiverona.it



Info commerciale

elettrotecnica Vaccari
Impiantistica elettrica Impianti d'allarme e TVCC 
Studio e realizzazioni illuminotecniche Soluzioni, prodotti
e consulenze informatiche
Realizzazione reti dati e cablaggi strutturati
 +39/336/810434 - 348/2247152 fax +39/045/7103381  eltvac@email.it