Gazzetta di Verona.it  
Home

Ambiente

Cronaca Appuntamenti

Cultura

Mercatino
   
Cronaca  - Articoli  2020   
   
Venerdì 31 luglio, serata informativa: la cittadinanza c'è con in più 5 velocissimi intrusi
Gruppo Isola Rizza "Stop alla fusione", buona la prima


A destra, il gruppo
"Stop alla Fusione"
promotore della serata

A destra, il pubblico
intervenuto all'incontro
a rigorosa distanza anti-covid

01.08.20 - Ha fatto il pieno di pubblico venerdì 31 luglio il "Gruppo Isola Rizza 'Stop alla fusione" alla sua prima uscita pubblica. Una serata gradevole grazie ad leggero vento e quasi magica perché ad un certo punto al pubblico si sono aggiunti per due volte cinque inaspettati e velocissimi curiosi (ne parliamo più avanti). Il tema era importante: un incontro informativo sul referendum di fusione tra i comuni di Isola Rizza e San Pietro di Morubio che si terrà probabilmente verso fine ottobre.

I rappresentanti del gruppo "Stop alla fusione", Paolo Filippi, Vittoria Calò e Federica Bissoli dopo aver ricostruito per grandi linee la storia dell'Unione dei comuni destra Adige a cui orignariamente facevano parte anche Angiari e Roverchiara, hanno spiegato il loro pensiero e le loro motivazioni a sostegno del "no" alla fusione. Coinvolgenti soprattutto gli interventi di Bissoli e Calò che hanno ribadito sia la pericolosità della fusione in quanto strumento irreversibile, ossia una volta deciso non si potrà tornare indietro, sia l'inutilità dei mirabolanti finanziamenti statali, visto che le casse dell'erario sono vuote. La strada da percorrere hanno sottolineato più volte e con decisione resta quella dell'Unione tra comuni, strumento flessibile che si può adattare alle mutevoli esigenze amministrative degli enti locali coinvolti.

Sulle difficoltà derivanti dalla fusione tra comuni particolarmente significativa è stata la testimonianza di Simone Rimondi capogruppo della lista "Civicamente Samoggia" del Comune di Valsamoggia, nato dalla fusione di 5 piccoli comuni il 1 gennaio 2014. Rimondi ha invitato il pubblico a riflettere al momento del referendum perché l'esperienza che stanno vivendo nel suo Comune è completamente diversa dalle aspettative iniziali. Nei primi due anni sono arrivati i soldi statali ha detto, poi sempre meno. Risultato ad oggi è che il suo comune "è stato costretto ad aumentare le tasse comunali". Anche per Rimondi la strada da seguire è quella dell'Unione tra comuni che permette la gestione tra più soggetti dei servizi gravosi per le casse comunali.

Tra gli interventi del pubblico, molto appassionato è stato quello del ex sindaco di lungo corso di Isola Rizza, Giovanni De Fanti. Ha richiamato l'attenzione dei cittadini sulla ferita alla democrazia insita nella pratica della fusione, dichiarando di conseguenza che voterà no alla fusione. Diametralmente opposto l'intervento di un consigliere di minoranza del comune di Isola Rizza che si è detto favorevole alla fusione.

Il concetto della ferita alla democrazia contenuto nella pratica della fusione, è stato ripreso subito dopo da Rimondi. Ha ricordato che in Italia ci sono sì 8 mila comuni ma - facendo le dovute proporzioni con il numero di abitanti e il territorio - meno che in Francia e Germania. Le conclusioni sono state trratte da Bissoli e Calò che hanno ribadita con forza le loro motivazioni avverse alla fusione sottolineando ancora una volta la necessità di rafforzare e rivitalizzare l'Unione tra comuni.

Si diceva all'inizio dei cinque inaspettati e velocissimi curiosi. Sono i cinque astronauti (tre americani e due russi) a bordo della Stazione spaziale internazionale (ISS) che, ieri sera da un'altezza di 420 km, si è fatta vedere per ben due volte sopra le nostre teste. Il primo passaggio è avvenuto alle 21:15 ed è durato circa 6 minuti. La ISS - è più grande di un campo di calcio - si è fatta vedere inizialmente come un piccolo punto sfocato a ovest per diventare luminosissima in cielo dopa tre minuti e scomparire a est alla velocità di 27.578 km/h. Il secondo passaggio è avvenuto dopo circa un'ora e 33 minuti - il tempo necessario per fare il giro intorno al pianeta - praticamente al termine della serata con passaggio ovest-ovest ed è durato circa tre minuti. (upivat) 

vedi anche

http://www.gazzettadiverona.it/C_sup2/Cronaca_20/0040_cronaca-Fusione-con-San-Pietro-di-Morubio-dieci--argomenti-per-dire-No.html

http://www.gazzettadiverona.it/C_sup2/Cronaca_20/0038_cronaca-San-Pietro-di-Morubio-e-Isola-Rizza-verso-il-referendum-La%20fusione-dispersiva.html 

http://www.gazzettadiverona.it/C_sup2/Cronaca_20/0032_cronaca-Borgo-Veronese-la-fusione-fredda-che-cancella-Isola-Rizza-e-San-Pietro-di-Morubio.html

Indice  Articoli
Redazione online gazzettadiverona.it
 
 
   
Indice  Articoli  -  Home  
   
 

Ti interessa creare
un'associazione culturale
a Isola Rizza (Vr)?
Chiama il 345 9295137

------------------------------------


Ti piace fotografare?
invia le tue immagini
a Gazzettadiverona.it



Info commerciale

elettrotecnica Vaccari
Impiantistica elettrica Impianti d'allarme e TVCC 
Studio e realizzazioni illuminotecniche Soluzioni, prodotti
e consulenze informatiche
Realizzazione reti dati e cablaggi strutturati
 +39/336/810434 - 348/2247152 fax +39/045/7103381  eltvac@email.it