In cauda venenum  Corsivi di satira politica e di costume  2018 

 

 

 
 
Si profila all'orizzonte un autunno bollente

30.07.18 - Si addensano nuvole tempestose sul governo giallo verde. Nei ricordi dell'Italia in opposizione continuano a girare vorticosamente le recenti parole del finanziare ungherese naturalizzato statunitense, George Soros che suonano così: «Non so se Matteo Salvini ha ricevuto finanziamenti da Mosca, ma credo che l’opinione pubblica italiana avrebbe il diritto di sapere». Insinuazioni ovviamente smentite dal leader leghista.

I veleni però continuano a vagare. Tanto che nei palazzi romani sono in molti a temere la "destabilizzazione" del BelPaese a seguito di nomine scientificamente mirate nelle istituzioni. E in vista delle elezioni europee - si argomenta - la Russia di Putin appare sempre di più come un inquietante convitato di pietra dalla gran voglia di destabilizzare l'Europa intera, agevolando sottobanco la diffusione di idee sovraniste, virus politico che - partito dall'Italia - si sta allargando in tutto il vecchio continente.

Indice In cauda venenum
Redazione online gazzettadiverona.it
www.heos.it  by Umberto Pivatello Isola Rizza (Vr) Italy
 
 
 Home